Traduzioni

Mi serve una traduzione.
  • A chi mi affido?
  • Come capisco se il costo del servizio è troppo alto?
  • Che tipo di traduzione mi serve?
  • Avrà valore legale?

Niente paura! Questa guida ti aiuterà attraverso il complesso e spesso insidioso territorio della traduzione e, una volta letta, potrai rivolgerti a noi senza sentirti in nostra balìa.

I principali fattori che influiscono sul prezzo di una traduzione sono:

La lunghezza del testo da tradurre si misura in cartelle. Convenzionalmente, una cartella standard si compone di 1500 caratteri spazi inclusi, che equivalgono a circa 218 parole in lingua italiana.

checosanepenserestiseticonsegnassimounatraduzioneinteramenteprivadispazipuntivirgoleoqualsiasialtrosegnodiinterpunzioneintendoessasarebbecomunquecorrettaepienamentevalidamatuavrestidifficoltàdiintellegibilitàsonoinfattiglispazieisegnidiinterpunzionecherendonochiaroefacilmenteleggibileiltestooltrealfattochedigitareuncaratteredellalfabetoounaltrosegnofatecnicamentesprecareugualtemponelmezzodelcammindinostravitamiritrovaiperunaselvaoscurachéladirittaviaerasmarritaahiquantoadirqualeraècosaduraestaselvaselvaggiaeaspraefortechenelpensierrinovalapauratantèamarachepocoèpiùmortemapertrattardelbenchivitrovaidiròdelaltrecosechivhoscorteiononsobenridircomivintraitanterapiendisonnoaquelpuntochelaveraceviaabbandonaimapoichifuialpièduncollegiuntolàdoveterminavaquellavallechemaveadipaurailcorcompuntoguardaiinaltoevidilesuespallevestitegiàderaggidelpianetachemenadrittoaltruiperognecalleallorfulapauraunpocoquetachenellagodelcormeraduratalanottechipassaicontantapietaecomequeicheconlenaaffannatauscitofuordelpelagoalarivasivolgealacquaperigliosaeguatacosìlanimomiochancorfuggivasivolsearetroarimirarlopassochenonlasciògiàmaipersonavivapoichèiposatounpocoilcorpolassoripresiviaperlapiaggiadisertasìchelpièfermosempreeralpiùbasso.
Non hai capito granché o hai faticato a capire? Bene, hai appena compreso il perché!

Tornando alle cartelle, è sempre meglio far attenzione, perché esistono anche conteggi da 1200 battute per cartella, per cui è sempre bene verificare cosa il traduttore cui ti rivolgi intenda per “cartella”.
Puoi usare il conteggio caratteri disponibile in Word, per farti un’idea delle cartelle.

Un metodo secondario, ma ancora abbastanza popolare, per calcolare la tariffa di una traduzione è quello basato sul conteggio delle parole contenute nel testo. Si utilizza in particolare per lingue che hanno sistemi di scrittura diversi dall’alfabeto latino, come il cinese o il giapponese; in tal caso, risulta più intuitivo calcolare l’entità del testo da tradurre utilizzando gli ideogrammi come unità di misura.

L’ormai (quasi) leggendario Tariffometro di Turner offre, infine, un’ampia panoramica delle tariffe medie a parola, riga e cartella applicate a varie tipologie di testo. Puoi consultarlo per farti un’idea dei prezzi in circolazione, ma ricorda che traduttori e istituti seri preventivano il prezzo considerando anche tutti gli altri fattori che vedremo di seguito. Dunque il Tariffometro può esserti utile a farti un’idea dei costi che puoi aspettarti ma non può essere interpretato in modo dogmatico.

Un consiglio: mai essere troppo pretenziosi con i tempi di consegna! Se hai bisogno di far tradurre un testo, assicurati che il traduttore abbia a disposizione abbastanza tempo per consegnarti un lavoro ben fatto. Tieni sempre in considerazione che certe pratiche richiedono del tempo e spesso il traduttore non può far molto per ridurre ulteriormente i tempi di consegna.

Che cosa s’intende per urgenza? Un tempo di consegna molto ridotto, solitamente meno di 24 ore (7-8 ore lavorative) o più di 5-7 cartelle al giorno. È possibile, e comprensibile, che un traduttore richieda un compenso più alto per lavorare durante il fine settimana, nei festivi e nei prefestivi. Se la scadenza è molto ravvicinata, la tariffa può subire maggiorazioni anche importanti, dal 50% in più fino al triplo del prezzo nel caso di progetti importanti.

I tempi si dilatano ulteriormente se si tratta di un testo altamente tecnico che richiede la revisione dei contenuti da parte di un esperto in materia. Ciò comporta anche un costo potenzialmente più alto. Lo stesso avviene se la traduzione avrà bisogno di essere asseverata e successivamente legalizzata: l’asseverazione richiede circa 2-3 giorni lavorativi e la legalizzazione altrettanti.

Altro fattore determinate riguarda la combinazione linguistica in questione: in quale lingua è scritto il testo e verso quale lingua va tradotto? La traduzione dall’italiano verso un’altra lingua o da una lingua straniera verso una seconda, in genere, ha un costo maggiore.
Per quanto riguarda le lingue europee più comuni (inglese, spagnolo, tedesco e francese), 14€-25€/cartella; per le lingue europee meno diffuse (per esempio rumeno, polacco, portoghese), 24€-35€/cartella.
La traduzione da e verso lingue rare o lingue che usano alfabeti o sistemi di scrittura diversi (come il russo, il cinese, l’arabo o il giapponese) ha costi un po’ più elevati.

La tipologia del testo (di narrativa, manuale tecnico, sito web…) e la sua difficoltà tecnica giocano un ruolo fondamentale nella tariffazione.

Partiamo da un presupposto fondamentale: è impossibile che un traduttore sia ferrato in tutti gli argomenti È per questo che spesso i traduttori si specializzano in un determinato settore di competenza, acquisendo una conoscenza approfondita dei concetti e della terminologia specifica propri del settore in questione. È il caso di testi tecnici del settore industriale o ingegneristico, di tipo medico, finanziario, giuridico e via dicendo: per tradurre testi di questo tipo è necessario sapere di cosa si sta parlando e come parlarne!


  • Traduzione commerciale: la traduzione di testi commerciali quali i contenuti di un sito web aziendale, di una brochure o altra presentazione avente scopo di marketing richiede una capacità comunicativa particolarmente efficace nel convertire i lettori in potenziali clienti.
  • Traduzione scientifica: si riferisce alla traduzione di testi appartenenti a settori quali la medicina, la biologia o la chimica, che richiedono competenze altamente specifiche per garantire precisione del contenuto ed accuratezza terminologica.
  • Traduzione tecnica: vi rientrano testi d’ingegneria, meccanica, informatica, come manuali per l’uso, specifiche tecniche, cataloghi di prodotto. Anche in questo caso è necessario avere piena padronanza della terminologia propria di ciascun settore.
  • Traduzione giuridica: è la traduzione di testi giuridico-legali (ad esempio, contratti, statuti, sentenze e altri documenti contrattuali). Da non confondere con la traduzione giurata (la traduzione ufficiale di documenti che richiedono una validità certificata).
  • Traduzione economico/finanziaria: fa riferimento a testi di tipo economico-finanziario, dai bilanci economici alle analisi finanziarie.

Le traduzioni si distinguono anche in aventi valore legale e non aventi valore legale.
È fondamentale comprendere subito che, salvo diversamente specificato una traduzione non ha valore legale.
È altresì importante sapere che esistono diversi gradi di valore legale e che essi sono necessari a seconda della destinazione d’utilizzo della traduzione. Pertanto è di fondamentale importanza comunicare subito al traduttore la motivazione per la quale serve la traduzione in modo tale da poter essere indirizzati verso la giusta tipologia fra quelle di seguito esposte. 

Ovviamente a ciascuna delle seguenti tipologie è associato più o meno lavoro da parte del traduttore e, di conseguenza, esse influiscono sul prezzo finale.

  • Traduzione asseverata o giurata: Asseverare o non asseverare? Questo è il dilemma.
    Dipende dallo scopo della traduzione. Una traduzione va asseverata quando il documento dovrà essere ufficialmente e legalmente valido anche all’estero.

    La traduzione asseverata è anche nota come traduzione giurata perché richiede che il traduttore si rechi presso l’apposito ufficio del Tribunale per certificare con una firma la validità della traduzione e presti giuramento davanti al Cancelliere, così da garantire che il contenuto del documento tradotto corrisponda effettivamente all’originale. Il traduttore si assume così la piena responsabilità civile e penale tramite un apposito verbale d’asseverazione.

    La maggior parte dei tribunali prevede che il traduttore possa asseverare solo se iscritto alla sezione “Traduttori e Interpreti” dell’Albo Consulenti (CTU).

    La traduzione asseverata richiede un supplemento di 40€ per via degli oneri che comporta. Un’ulteriore spesa a carico del committente è: una marca da bollo da 3,82€ per ogni asseverazione e una da 16€ ogni 4 pagine di cui è composto il documento. Eventuali allegati richiedono una marca da bollo da 0,52€/allegato.
    I tipi di documenti che di solito richiedono l’asseverazione sono: certificati di nascita/matrimonio/medici, titoli di studio, cartelle cliniche…

  • Traduzione legalizzata: la legalizzazione (anche detta legalizzazione apostille) rappresenta un ulteriore passaggio oltre all’asseverazione ed è necessaria quando il documento tradotto deve avere piena validità legale anche all’estero (lista delle nazioni che hanno aderito alla Convenzione de L’Aja del 5/10/1961 per la reciproca validità dei documenti legalizzati). Il costo della legalizzazione non include le spese di asseverazione.

    Cosa accade quando il documento asseverato deve essere legalizzato? Dopo l’asseverazione il documento deve essere controfirmato da parte delle autorità competenti. L’interprete/traduttore dovrà recarsi presso la Procura dello Stato, dove sarà verificata la firma del Cancelliere che ha asseverato la traduzione (quindi non la traduzione stessa!) e sarà apposto il Timbro Apostille.

  • Traduzione certificata o senza valore legale: una traduzione è detta certificata quando il traduttore che l’ha prodotta certifica la conformità del contenuto. Il certificato dell’accuratezza della traduzione che l’accompagna attesta che sia precisa e fedele al testo originale. Il traduttore firma e data la traduzione, inoltre, fornisce i suoi dati anagrafici e recapiti in modo tale da essere riconosciuto come il traduttore ufficiale. Questo rappresenta una sorta di garanzia in più sulla qualità della traduzione. Tuttavia, a differenza della traduzione asseverata o legalizzata, la traduzione certificata non richiede né l’apposizione di marche da bollo né la convalida da parte di un Tribunale. Risulta quindi più economica e spesso richiede meno tempo, ma non ha alcun valore legale, sebbene debba comunque essere eseguita da un professionista.
    Chiaramente non tutte le traduzioni necessitano di particolari formalità.
    Tra queste rientrano i documenti per usi non-ufficiali.

Anche se esistono servizi di traduzione che vantano prezzi ben al di sotto della media, in un campo con così tante sottigliezze e insidie non vale mai la pena preferire un prezzo stracciato a un lavoro preciso e di qualità, eseguito da un vero professionista del settore che va dunque adeguatamente retribuito per il suo duro lavoro.

Innanzitutto, chi è un madrelingua? È una persona che ha imparato la lingua sin dalla nascita o che è in grado di parlare la lingua “a livello dei madrilingue”, pur avendola studiata da adulto, o ancóra chi abbia conseguito una certificazione di massimo livello.

Il punto fondamentale, però, è il fatto che non è detto che un madrelingua sia anche un traduttore! Sapere due lingue ti rende un traduttore tanto quanto avere dieci dita ti rende un pianista! Essere capaci di parlare due lingue, anche in maniera molto eloquente e corretta, non significa necessariamente saper trasferire in maniera chiara e scorrevole delle informazioni da una lingua all’altra.
Se sei bilingue oppure conosci un dialetto, prendi un articolo di giornale o un libro qualsiasi, prova a tradurlo e vedrai che fatica!

Un vero traduttore, che sia di madrelingua o meno, ha passato anni a studiare, esercitarsi e perfezionare la sua conoscenza linguistica e le tecniche di traduzione, ulteriormente affinate attraverso tantissima esperienza pratica. Molti traduttori non-madrilingue hanno lavorato instancabilmente e passato lunghi periodi di studio e soggiorno all’estero, raggiungendo un livello linguistico capace di fare invidia persino ai madrilingue stessi!

Ricapitolando, i componenti principali da valutare quando si sceglie un servizio di traduzione sono:
la qualità del lavoro,
che deve essere svolto a un prezzo adeguato
e in un lasso di tempo ragionevole
.

CondividiShare on Facebook
Facebook