LINGUE

CD, DVD, MP3, PC, audio e video: imparare una lingua a MYLÆ Institute non è mai monotono!

Clicca su certificazioni per comprenderne le differenze,

su una bandiera per avere info dettagliate per quella lingua

oppure chiedi sùbito un preventivo gratuito per la tua traduzione.
UK/US English
Français
Español
Deutsch
Italiano
Pусский
普通话
عربية
Português
Română
Magyar
Polski
Українська
LINGVA LATINA
ἀρχαῖα ἑλληνική γλῶσσα
日本語

CERTIFICAZIONI E ATTESTATI

Ciascuna delle qualifiche di lingua rispecchia un livello del Quadro Comune Europeo (QCER / CEFR) delle Lingue, palesando la capacità del discente nei quattro ambiti linguistici: comprensioni orale e scritta, espressioni orale e scritta, dal livello A1 (iniziale) al livello C2 (equiparazione col madrelingua).

A1Corrisponde al “livello di sopravvivenza giovani o contatto”: attesta una capacità generale di base per interagire in un numero limitato di situazioni comunicative quotidiane che riguardano il proprio mondo e le proprie necessità. Questo livello base prevede che l’interlocutore parli lentamente e chiaramente e sia disposto a collaborare.

A2Corrisponde al “livello di sopravvivenza (adulti)”: attesta una capacità generale di base per interagire in un numero limitato di situazioni comunicative quotidiane.

B1Corrisponde al “livello intermedio o soglia”: chi raggiunge questo livello è in grado d’interagire in molte situazioni quotidiane, di lavoro e di studio, che richiedano un discreto uso della lingua.
È il livello minimo:
– per ottenere credito per gli Esami di Stato (qualunque sia l’indirizzo scolastico);
– per gli insegnanti della scuola Elementare.

B2Corrisponde al “livello indipendenza o progresso”: interazione verbale, struttura del discorso, competenza socioculturale, strategie comunicative (formale/informale), pronuncia, intonazione, conoscenza delle espressioni idiomatiche, capacità di produrre testi scritti di vario tipo. Questo livello permette a chi lo raggiunge di lavorare con la seconda lingua, di frequentare corsi accademici, di effettuare scambi universitari.
È il livello minimo per gli insegnanti della scuola Media e Superiore.

C1Corrisponde al “livello efficacia o avanzato”: gli utilizzatori della lingua a questo livello sapranno analizzare le complesse strutture grammaticali e sintattiche con sicurezza, riconoscere e utilizzare forme idiomatiche e atti linguistici culturalmente marcati; sapranno usare la lingua in maniera creativa e flessibile, interagendo anche in situazioni impreviste.

C2Corrisponde al “livello padronanza o livello madrelingua”: consente agli utilizzatori una competenza comunicativa che consente d’utilizzare la lingua con assoluta sicurezza.  Questo livello riconosce le capacità d’approfondire le componenti culturali, letterarie, storiche e artistiche della lingua.

Tutte le certificazioni sono riconosciute dal MIUR come “crediti formativi” e costituiscono un solido investimento per lo studio universitario.
Per ogni lingua:
-i livelli B e C costituiscono punteggio per l’esame di Stato, indipendentemente dal tipo d’istituto;
-i livelli B2 e C (a seconda dell’università di riferimento) sono indispensabili per l’ammissione alla frequenza dei corsi universitari all’estero. Nella maggior parte delle università italiane costituiscono credito formativo e danno diritto a un esonero parziale o totale degli esami di lingua.

USA---UK

Si tratta della certificazione più conosciuta e richiesta. Le sei sigle corrispondono ai sei livelli linguistici come da QCER, più semplicemente dettagliati nell’immagine in alto.
Lo standard minimo, oggi, per l’insegnamento è: B1 / PET per la Primaria, B2 / FCE per la Secondaria, C1 / CAE per le università.

Perché scegliere questa certificazione? Numerose università in tutto il mondo riconoscono gli esami Cambridge ESOL come requisito per l’ammissione ai propri corsi o anche come parte di un corso stesso.

Le certificazioni Trinity costituiscono un sistema di valutazione valido e affidabile mediante il quale il parlante può misurare i progressi compiuti. I 12 grades (livelli di competenze) forniscono una misurazione progressiva di competenza linguistica, dal livello di principiante assoluto a quello di padronanza completa. Il Trinity offre sia esami che valutano le competenze solo orali (GESE), sia esami che valutano le competenze scritte e orali (ISE).

Perché scegliere questa certificazione? Per attestare il proprio livello di conoscenza linguistica.

L’International English Language Testing System è una certificazione ideale per chi desidera studiare e lavorare all’estero o in qualsiasi Paese di lingua inglese.

Quest’attestato ha validità due anni.

Perché scegliere questo attestato? Perché è il più richiesto nei Paesi anglofoni per l’accesso all’università, programma Erasmus e master universitari.

Il Test of English as a Foreign Language è una certificazione di lingua inglese che valuta la competenza linguistica di candidati non di madrelingua.

Quest’attestato ha validità due anni.

Perché scegliere questo attestato? Esso è necessario per accedere a corsi di studio in università americane, australiane, canadesi ed è richiesto da enti governativi, organi internazionali e aziende per programmi di scambio o concessione di borse di studio.

francia

Entrambi i Diplômes en Langue Française certificano le competenze di candidati non francofoni acquisite nello studio della lingua francese. Si tratta, di fatto, della medesima certificazione ed entrambi i Diplômes hanno il medesimo utilizzo.
I livelli A e B prendono il nome di Diplômes d’Études;
il livello C, Diplôme Approfondi, dà accesso alle strutture universitarie.

Perché studiare e certificare il francese? Il francese e l’inglese sono le uniche lingue diffuse sui cinque continenti – è parlato, oltre che in Francia, in altri 60 Paesi; è la lingua ufficiale della politica dell’UE nonché la lingua delle sue tre capitali, dell’ONU, dell’UNESCO, della NATO, dell’OCSE, del Comitato Olimpico Internazionale e della Croce Rossa Internazionale.
La Francia è il secondo Paese importatore di prodotti italiani e viceversa; le aziende italiane che lavorano con la Francia e viceversa sono numerosissime; ci sono oltre 800 filiali di aziende francesi in Italia.
Come non bastasse, dal 2010 è entrato in vigore l’ESABAC un nuovo dispositivo educativo da una parte e dall’altra delle Alpi per conseguire simultaneamente due diplomi – l’Esame di Stato italiano e il Baccalauréat francese – sostenendo un solo esame.

spagna

I Diplomas de Español como Lengua Extranjera sono diretti a cittadini di Paesi (anche latinoamericani) che non abbiano lo spagnolo come lingua ufficiale o lingua madre.

Perché prendere questa certificazione? Perché fa curriculum, dà punteggio, accesso alle università, certo, ma soprattutto perché è la terza lingua più parlata al mondo (dopo il cinese-mandarino e l’inglese) con mezzo miliardo di parlanti in 24 Paesi1; perché è una delle principali lingue negli affari internazionali e nella politica; perché anche se pensi di andare negli USA, lì è la lingua del 10% della popolazione (oltre 35 milioni di persone)!

1 ethnologue.com – travel365.it
germania

I tre Goethe-Zertifikate certificano la conoscenza della lingua tedesca suddividendone i livelli in: principiante (Start Deutsch), autonomo (Goethe-Zertifikat) ed equiparazione con i madrilingue (Großes Deutsches Sprachdiplom).

Perché certificare il tedesco? Per motivi di lavoro o immigrazione – nessuno dei Paesi di lingua tedesca permette accesso al mondo del lavoro senza un certificato linguistico di livello adeguato al lavoro che si andrà a intraprendere –; perché è tra le 10 lingue più parlate al mondo; è tra le 5 lingue principali dell’UE e la lingua di maggiore veicolo commerciale e tecnologico in Europa; perché è lingua di cultura e la lingua della musica classica.

Italia

La Certificazione di Italiano come Lingua Straniera è rivolta a non-italofoni che intendano attestare le loro competenze nell’idioma del Bel Paese.
È vero: sono solo 120 milioni al mondo i parlanti d’italiano e sembra poca cosa; ciò che non sai, però, è che è la lingua più diffusa (parlata in 26 Paesi)! Più dell’inglese, sì, parlato “solo” in 24 Paesi1.

Perché certificare l’italiano? Per gli ovvi, molteplici e pragmatici motivi su esposti, certo, ma anche perché è una delle attestazioni più antiche e prestigiose (oltre 4 secoli!2) e perché… ci sarà sempre qualche italiano in giro per il mondo con cui potrai parlare!

1 ethnologue.com – travel365.it
2 https://doc.rero.ch/record/18366/files/04_Vedovelli.pdf

The Certification of Italian Foreign Language is aimed at non-Italian speakers who intend to certify their skills in the language of the Bel Paese.
It’s true: there are only 120 million Italian speakers in the world and it doesn’t seem like much; what you don’t know, however, is that it’s the most widespread language (spoken in 26 countries)! More than English, yes, only spoken in 24 countries1.

Why certify Italian? For the obvious, many and pragmatic reasons on display, of course, but also because it’s one of the oldest and most prestigious certifications (over 4 centuries!2) and because … there will always be some Italian around the world with which you can talk!

1 ethnologue.com – travel365.it
2 https://doc.rero.ch/record/18366/files/04_Vedovelli.pdf
russia

Il Test Of Russian as Foreign Language, prevede due ambiti di competenza: generale e professionale, entrambi basati su cinque livelli di conoscenza: dall’A2 al C2. Gli standard richiesti sono molto alti e in generale ogni livello di riferimento europeo è considerato più complesso per questa lingua rispetto alle altre lingue straniere. Ma niente paura! Gli insegnanti a MYLÆ Institute ti prepareranno affinché anche questa certificazione ti sembri una passeggiata.

Perché certificare il russo? Il russo è nella top ten delle prime 10 lingue più diffuse al mondo (ottava posizione1); è di grandissima utilità per i nostri scambi economici, soprattutto per le importazioni (gas); è un importante partner economico dell’Italia e perché i russi parlano ancora relativamente poco l’inglese, pertanto chi conosce il russo fa la differenza!

1 ethnologue.com – travel365.it
cina

L’Hanyu Shuiping Kaoshi è l’unico esame riconosciuto ufficialmente dalla Repubblica Popolare Cinese. Consiste in due parti indipendenti tra loro: la prova scritta composta da sei livelli e quella orale composta da tre livelli. Ogni esame per la certificazione si basa sul QCER e sancisce la conoscenza del cinese basandosi sul numero di vocaboli conosciuti dallo studente e dal numero di ore passate a studiare nozioni grammaticali.

Perché certificare il cinese? L’attuale assetto geo-politico ed economico internazionale vede i Paesi Europei sempre più impegnati con le sfide provenienti dai Paesi dell’Asia Orientale, in particolare la Cina. Molteplici sono i rapporti commerciali tra imprese italiane e cinesi (la Cina arriva terza nella classifica del nostro import e ottava per l’export) e sempre maggiori sono gli scambi studenteschi tra università italiane e cinesi. La lingua cinese si impone sempre più come strumento necessario nei percorsi formativi professionali e di studio. Conoscere la lingua cinese e la sua cultura apre possibilità nuove alle aziende, rendendole più competitive a livello internazionale, è un requisito di maggiore specializzazione nello studio e d’arricchimento della cultura personale al fine di un positivo scambio interculturale fra i popoli.

arabo

اِخْتِبَار اَللُّغَة الْعَرَبِيَّة è l’unica certificazione riconosciuta per attestare le conoscenze di arabo standard (l’arabo letterario o egiziano). Le varie varianti e dialetti, infatti, attualmente, sono riservate ai regionalismi orali. L’arabo egiziano è la lingua riconosciuta dall’ONU e quella che accomuna la lingua scritta dei varî parlanti del mondo arabo.
Perché studiare e certificare l’arabo? L’arabo, la quinta lingua più diffusa al mondo, vanta una tradizione secolare come lingua della liturgia, della letteratura e delle scienze. Negli ultimi anni, gli accadimenti geopolitici hanno reso fondamentale il dialogo con il mondo arabo che, tra l’altro, possiede da sempre una delle risorse fondamentali per le economie occidentali, il petrolio. Studiare l’arabo può rivelarsi pertanto vincente per il lavoro, gli scambi e l’economia di molti paesi del Mediterraneo e soprattutto dell’Italia dove è ormai presente – nelle sue varie forme – come lingua d’immigrazione.

portogallo

I 5 livelli del Diploma de Português Língua Estrangeira (non esiste A1 per il portoghese) confermeranno e attesteranno le tue capacità nella lingua della saudade, del flamenco e del fado. Perché certificarle il portoghese?
Perché lo studio della lingua portoghese risulta oggi estremamente importante per la costante crescita economica dei Paesi legati a questa lingua, in particolare il Brasile; perché una volta appresa una lingua parlata in paradisi di pace quali Brasile, Portogallo, Capo Verde, São Tomé e Principe, Angola, Mozambico, Guinea-Bissau, se non ti ci trasferisci, almeno la usi per lavorare!

giappone

Il 日本語能力試験, meglio conosciuto come Japanese Language Proficiency Test, prevede 5 livelli (il livello C1 è il più elevato per questa certificazione) che ti spalancheranno le porte del mondo economico asiatico e nello specifico del più tecnologico dei Paesi del mondo.
Perché certificare il giapponese? Se pensi che il giapponese ti serva per lavoro o per studio, certificarlo sarà l’unico mezzo per dimostrare il tuo livello; se sei patito/a di manga, non stiamo certo a dirti di più! 😉

CondividiShare on Facebook
Facebook